giovedì 25 settembre 2014

REVIEW: Sally Hansen - Hardener Soin Durcissant


Qual'e' il mio punto debole? La risposta è facile: le unghie!
Ragazze, ho provato di tutto ma proprio non c'è verso, rimangono perennemente fragili. Si sfaldano continuamente, si scheggiano, si rompono e la conseguenza di tutto ciò è che nessuno smalto regge sulle mie povere estremità, soprattutto sui pollici e sull'indice della mano destra (chissà perché poi, mah?!), dopo un giorno è già rovinato, che rabbia!!!



Di smalti ne ho provati a decine e decine, di tutti i tipi, marche e prezzi (tra l'altro i più costosi sono i peggiori in assoluto), provato basi, top coat, acetoni (ehm, solventi) senza acetone e chi più ne ha più ne metta! Finché un giorno, credo sfogliando una rivista, mi appare la pubblicità di uno smalto miracoloso che avrebbe dovuto curare qualunque tipo di unghia massacrata, riportarla a nuovo splendore e far durare lo smalto molto a lungo.
Caspita, un miracolo! Mi precipito a cercarlo, così vado da Sephora dove però, non chiedetemi come mai, il prodotto da me richiesto mi viene sconsigliato proponendomi invece questo della  Sally Hansen, dicendomi che come qualità sarebbe stato nettamente superiore, tra l'altro costava anche meno, figuriamoci se non provo!

PACKAGING


La scatolina purtroppo l'ho buttata via subito e di questo mi sono pentita perché solo in seguito mi sono accorta che l'inci era riportato lì, per cui non ho neanche modo di mostrarvelo.
La boccettina e' molto semplice, trasparente con il tappo nero, direi quasi professionale. Ti induce a pensare che la marca sia molto seria ed il prodotto di qualità, per lo meno questo e' l'effetto che ha avuto su di me, non so poi se sia intenzionale o meno. La cosa buona e' che il contenuto del prodotto corrisponde a ben 13,3ml contro i 12ml della media delle altre marche, anzi, molti di meno erano quelli contenuti nel prodotto che ero intenzionata ad acquistare io.

PREGI
Quello che mi ha subito convinto all'acquisto e' stato appunto il prezzo che ho trovato piuttosto economico per questa marca, mentre l'altro motivo e' stato proprio il nome, non ho mai provato smalti della Sally Hansen ma ne ho sentito parlare molto bene, per cui non ho avuto esitazioni.
Essendo un semplice indurente la stesura non presenta particolari problemi se non forse il fatto che sia un po' liquido, ma io non lo riterrei un difetto, anzi lo trovo di più facile stesura rispetto ad altri top coat leggermente più viscosi ad esempio.



DIFETTI
Quello che dovrebbe fare un indurente (e che mi era stato garantito avrebbe fatto l'Hardener Soin Durcissant) e' rinforzare le unghie e renderle meno soggette a rotture o sfaldamenti, bene, io questo effetto non l'ho riscontrato! Se lo utilizzo da solo come semplice rinforzante, le unghie appaiono più lucide e più sane ma continuano a sfaldarsi e scheggiarsi esattamente come prima.
Anche usandolo come base, prima dello smalto, non mi ha fatto impazzire, si comporta come altre basi che ho provato e, se speravo che una volta tolto lo smalto avrei trovato le unghie meno secche e rovinate del solito, beh sono stata altamente delusa perché anche questo non si è verificato.
Forse, l'unico cambiamento, e' stato un leggero indurimento delle unghie che però non le ha salvate dagli altri inconvenienti.

IL PRODOTTO IN BREVE

NOME: Sally Hansen - Hard as Nails, Hardener Soin Durcissant

PREZZO: 8€

DOVE SI TROVA: Io l'ho acquistato da Sephora

PROMOSSO O BOCCIATO?
Purtroppo per me è BOCCIATO ma questo non significa che per chi ha unghie meno delicate delle mie non possa andare più che bene