lunedì 2 febbraio 2015

Bio-cosmesi: la mia esperienza

(Foto da: seattleorganicrestaurants.com)

Oggi avrei voluto fare un altro post sui rossetti, stavolta una recensione, solo che il tempo non mi permette di fare foto decenti per mancanza di luce (ma quante belle giornate di sole abbiamo a Trieste durante l'inverno? Due? Esagero...tre???), per cui ho ripiegato su un tema che avevo un po' tralasciato ma del quale tengo sempre molto a parlare.
Agli inizi di questa mia esperienza, quando cioè ho messo su il blog, ho scritto un post sull'argomento "eco-bio-cosmesi" molto generico ma che forniva qualche informazione a chi è completamente digiuno della materia ma vuole saperne qualcosina in più.
Oggi vorrei riprendere il tema e parlarvi della mia personale esperienza che, forse sarà un po' noiosa per qualcuno, per cui se non vi interessa penso che salterete a piè pari questo post, ma potrebbe esserci qualcuno lì in mezzo a voi che sta vivendo qualcosa di simile ed ha piacere di leggere quanto segue.

Stavolta però una grossa premessa è certamente d'obbligo!
L'argomento è di quelli spinosi e pericolosi a parlarne, il web è stracolmo di siti, blog e video che ne discutono ed ovviamente sono nate fazioni probio-antiparaffinesiliconi e fazioni contro, portando ognuna di esse le proprie ragioni con tanto di test e documenti vari a dimostrazione della tesi che difende...la guerra è decisamente in atto!
Dal canto mio mi guardo bene dallo schierarmi anche se, come già avrete ben capito, pendo notevolmente per la prima cioè possibilmente pro-bio ma non ne faccio una ragione di vita. Perciò, detto tutto questo, dichiaro che in questo post non darò informazioni chimiche, non è il mio campo e non ne so abbastanza; non fornirò test di laboratorio né studi clinici che dimostrino quanto talune sostanze sintetiche facciano male/bene; non mi ergerò a professoressa di niente dandovi lezioni di cosmetica e facendovi sentire delle cattive persone perché fino ad oggi avete continuato ad utilizzare prodotti per me orridi né tantomeno vi farò sentire delle povere ingenue che credete alla favoletta di un mondo pulito dato che utilizzate prodotti eco-bio. Io vi parlerò solo e soltanto della mia esperienza, a voi trarne il significato che desiderate!

Come ho già scritto più volte mi sono approcciata al mondo della cosmesi da giovanissima, non starò a raccontarvi di nuovo la storiella di quando rubavo la crema per il viso alla mamma e cose simili, vi dirò semplicemente che dall'età di 14 anni ho iniziato a spalmarmi creme sia sul viso che sul corpo e poi, nel corso degli anni, ho provato un po' di tutto: gel, sieri, creme più o meno corpose per la pelle secca, grassa, mista, per i pori dilatati per la pelle acneica, per la cellulite, le smagliature, le rughe, le zampe di gallina, insomma come credo molte di voi hanno fatto, ho veramente provato di tutto di più...no, ovviamente non sono assolutamente una di quelle persone che, trovato un prodotto più o meno buono, ci si affeziona e non lo lascia più, ormai lo avrete capito, mi piace (adoro!!!) sperimentare, non posso farne a meno!


Sono andata avanti così per moltissimi anni, le uniche costanti nei prodotti che provavo erano il prezzo e le fonti a cui attingevo, cioè supermercato o Bottega Verde (quando ancora non esistevano i negozi e si facevano gli ordini con la cartolina!).
Passati i 30 anni, avendo un buon lavoro e quindi disponendo di qualche fondo in più, mi sono decisa che era giunto il momento di fare qualcosa di più per la mia pelle, perché diciamocelo, con tutti i prodotti che acquistavo non è che i risultati fossero all'altezza, ero in perenne fase adolescenziale...pelle lucida, acneica, con zone secchissime ed altre untuose, vabbè la pelle mista ma qui si esagerava!!!
Giusto per farvi capire cosa intendo...
Qui addirittura si notano delle antiestetiche macchie...
Ho iniziato quindi a spendere nelle farmacie ed ho provato i prodotti delle più note marche, quelle delle quali riviste e cartelloni sono pieni di pubblicità, prima una tipologia, poi l'altra, cambiando poi marca perché nessuna mi dava soddisfazione. Fino a quando, complice mio marito con i suoi regali, sono passata all'alta profumeria e qui è successo l'inaspettato! 
La mia pelle non è mai migliorata, scusate bugia, in un primo momento migliorava eccome, per una settimana avevo una pelle splendida, come rinata, liscia, luminosa, fantastica. Poi tornava come prima o addirittura peggio, e allora vai di nuovo in profumeria a farmi rubar soldi seguendo i consigli che mi si propinava "No, certo per la tua pelle questo prodotto non va bene" - "Ma come, me lo avete venduto voi..." - "Forse ha parlato con qualcuno che nel frattempo è stato licenziato. Provi questa" Ed io come una pecora a bermi tutto ciò che mi veniva detto perché se lo dicono loro che sono esperte...! Poi appunto, come dicevo, un bel giorno la mia faccia ha fatto BUUUUM!!!! E' proprio esplosa! Nel senso che una mattina mi sono svegliata e mi sono ritrovata tutta la faccia come se avessi subito un'ustione durante la notte. Tutta arrossata, piena di grosse bolle e pure scorticata. Un mostro insomma! Naturalmente mi sono spaventata ed ho pure pensato ad una reazione allergica. Vi dirò pure che in un primo momento, pensando di farmi del bene, ho continuato ad idratarmi con dei campioncini di altri prodotti ma sempre di profumeria o farmacia (che mi erano stati regalati quando avevo fatto i precedenti acquisti, quindi prodotti similari, non è che in questi posti si trovino solo schifezze eh!) pensando di idratare una pelle davvero molto provata. 
Quando mi sono resa conto che non c'era crema che funzionasse, invece di recarmi da un dermatologo, come forse una persona sana di mente avrebbe dovuto fare, ho iniziato a cercare notizie in internet ed è così che sono approdata al forum di Lola. Mi si è aperto un mondo! Ho capito tutto quello che non avevo visto per tanti anni! Non avevo avuto nessuna reazione allergica, semplicemente la mia pelle si era finalmente ribellata a tutte le schifezze che per secoli le avevo appioppato. Quel che mi era capitato, leggevo, non era solo la mia esperienza ma quella di tante altre donne (e uomini) che come me erano poi entrate nel mondo della bio-cosmesi.

Mi ero finalmente resa conto di cosa stavo combinando a me stessa. Diciamo in parole mooolto povere che siliconi e paraffine, di cui erano zeppe le creme che ero andata ad utilizzare, avevano formato come una pellicola sul viso (ma anche sui capelli) che funzionava un po' come uno specchietto per le allodole, mi faceva apparire, ai primi utilizzi, molto più bella, più liscia, con meno rughe, ma era solo uno stato apparente, era quasi come se avessi avuto una maschera. La paraffina ad esempio è una sostanza che funge da olio idratante quindi, mentre la si spalma si ha la sensazione che la pelle si idrati (da tenere presente ad esempio che è l'ingrediente principale di molti famosi burrocacao) perché ha una consistenza leggermente untuosa che però viene assorbita subito, anche questa in realtà forma come uno scudo (infatti può essere usata in situazioni climatiche molto avverse perché "protegge" la pelle dagli agenti esterni). Anche in questo caso però quello che accade è che la pelle, sotto questo scudo, non respira, viene soffocata, non viene affatto idratata (né siliconi, né derivati del petrolio idratano, nonostante le case cosmetiche dicano il contrario), perdipiù non le viene permesso nemmeno di assorbire quelle poche sostanze idratanti che sono nella crema che si sta usando perché è completamente schermata. 
E' un po' come una magia, il rospo (che non ero io ovviamente ma la mia pelle) era stato trasformato in principe ma tolto l'incantesimo il principe è tornato rospo! E' anche per questo motivo che quando si prova ad eliminare gli shampoo con i siliconi per moltissimo tempo i capelli appaiono rovinatissimi. Ma sui capelli farò un post a parte perché l'argomento merita un approfondimento (che palle direte voi!).
Quando ho avuto questa reazione, dopo essermi documentata tantissimo, ho deciso di affrontare la cosa...non facendo assolutamente niente!
Era la fine dell'estate ricordo quindi dalla mia avevo un leggero colorito che mi ha aiutato ad evitare totalmente il trucco, così come ho evitato qualsiasi altro prodotto, lavavo il viso solo al mattino solo con acqua. Questo è quello che ho fatto per circa 3 mesi. 
Dopodichè, sempre documentandomi, mi sono presa una cremina molto semplice (della Bottega Verde preciso che, per quanto molti dicano, vende anche prodotti di buona qualità), con ingredienti "sani", la mia pelle, visto l'arrivo dell'inverno infatti iniziava a dare segni di disidratazione e come ho messo la crema se l'è letteralmente bevuta (nel periodo "nero" mi ributtava fuori tutto invece, non assorbiva più un grammo di niente).
Pian piano sono rientrata nel giro, ho riacquistato contorni occhi, burrocacao, creme viso e corpo, ma con coscienza e consapevolezza e davvero, credetemi, la mia pelle è rinata, non l'ho mai avuta così nemmeno a 20 anni!

Ecco la mia pelle oggi! Come vedete non è certo perfetta,
le imperfezioni ci sono ancora ma niente a confronto con
quella di qualche anno fa...

Adesso ho fatto ancora un passo avanti e molti prodotti me li preparo da sola ma non tutti e poi non sempre ne ho il tempo per cui sono ben contenta di fare anche degli acquisti, però ad esempio non potrei mai rinunciare al deodorante o al burrocacao fatti da me, non ne ho trovati mai in commercio di paragonabili ai miei!

Ecco, questa è quella che è stata la mia esperienza, per me alla fine si è rivelato giusto l'iter che ho percorso e che mi ha permesso di scoprire la cosmetica bio. Come avrete capito però non sono una "talebana" dell'ecologismo, tutt'altro, diciamo che cerco di trovare un equilibrio tra quello che non fa male a me e all'ambiente e quello che migliora il mio aspetto. Per farvi degli esempi concreti, per un lungo periodo ho tentato di arrivare a gestire completamente la mia igiene e quella della casa affidandomi in toto ai prodotti ecologici e biologici ma non ho avuto grande successo, può darsi che non abbia provato le cose giuste ma per quanto riguardo il bucato, senza il detersivo tradizionale (ma cerco sempre di evitare gli sbiancanti ottici), non mi viene per niente accettabile, invece per quanto riguarda ammorbidenti, "disinfettanti" e sbiancanti utilizzo le alternative bio e mi trovo bene. Anche per il make up evito il più possibile sostanze dannose per la mia pelle ma fino ad un certo punto,non transigo sul fondotinta per tutti i giorni ma durante il fine settimana o per le occasioni speciali vado sul sicuro con fondi siliconici!
Purtroppo mi rendo conto che su questo argomento dilaga ancora moltissima ignoranza, a volte sento dire delle cose che mi fanno accapponare la pelle e questo molto dipende dalla mancanza di informazioni sull'argomento (anche se da un paio di anni c'è stato un cambiamento radicale in tal senso) c'è anche da dire che, per quanto ne so, c'è ancora moltissima confusione, come scrivevo all'inizio ognuno tira l'acqua al suo mulino e se da una parte si legge che certi ingredienti siano addirittura nocivi per l'organismo (i siliconi ad esempio non sono nocivi, tutt'al più sono inutili, le sostanze che rilasciano formaldeide invece sono nocive e parecchio anche!), dall'altra si legge che la paraffina è utile e ci fa bene, quindi è davvero difficile riuscire a chiarirsi le idee. Per questo motivo non voglio entrare nel merito della polemica o stabilire cosa sia giusto e sbagliato, io ho capito cosa è giusto e sbagliato per me. Da quando utilizzo questo tipo di cosmetici la mia pelle è notevolmente migliorata, non si lucida più, è meno arrossata e questo è accaduto non solo perché ho eliminato prodotti "finti" e "vuoti" ma soprattutto perché li ho sostituiti con cosmetici che contengono davvero sostanze che fanno bene alla pelle ed i risultati si vedono. 
Se vi interessa approfondire vi lascio nuovamente i link ai forum dove ho trovato le informazioni più utili ed approfitto per ringraziare le persone che mettono a disposizione di tutti le loro preziose informazioni.